Librairie Le Feu Follet - Paris - +33 (0)1 56 08 08 85 - Contattateci - 31 Rue Henri Barbusse, 75005 Paris

Libri antichi - Bibliofilia - Opere d'arte


Vendita - Stima - Acquisto
Les Partenaires du feu follet Ilab : International League of Antiquarian Booksellers SLAM : Syndicat national de la Librairie Ancienne et Moderne






   Prima edizione
   Libro autografato
   Idée cadeaux
+ più criteri

Cerca tra 31421 libri rari :
prime edizioni, libri antichi dall'incunabolo al XVIII secolo, libri moderni

Ricerca avanzata
registrazione

Condizioni di vendita


Possibilite di Pagamento :

Pagamento sicuro (SSL)
Controlli
Virement bancaire
Mandato amministrativo
(FRANCIA)
(Musei e bibliotheche)


Tempi e spese di spedizione

Condizioni di vendita

Libro autografato, Prima edizione

Lawrence DURRELL Carte postale autographe inédite signée de Lawrence Durrell à son amante française : "je n'aime pas les films, les tournages. On gagne bien des sous mais on perd la raison"

Lawrence DURRELL

Carte postale autographe inédite signée de Lawrence Durrell à son amante française : "je n'aime pas les films, les tournages. On gagne bien des sous mais on perd la raison"

22 juillet 1970, 14,6x10,1cm, une feuille.


Dopo molti anni trascorsi in Grecia, Egitto e Rodi, lo scrittore di viaggi Lawrence Durrell fu costretto a fuggire da Cipro in seguito alle insurrezioni popolari che portarono l'isola all'indipendenza. Con solo una camicia e una macchina da scrivere, ma con il successo dei romanzi di Bitter Lemons, arrivò in Francia nel 1956 e si stabilì nel villaggio di Sommières in Linguadoca. Nella "casa Tartès", la sua grande casa circondata da alberi, scrisse la seconda parte della sua opera, il suo monumentale Quintetto di Avignone, si diede alla pittura e ricevette i suoi illustri amici, la cui coppia Henry Miller e Anaïs Nin, il violinista Yehudi Menuhin, l'editore londinese Alan G. Thomas e le sue due figlie Penelope e Sappho.
Tra gli ulivi e sotto il sole del Mediterraneo, incontra a metà degli anni '60 il giovane e frizzante "Jany" (Janine Brun), Montpellier di trent'anni con la bellezza devastante, che lavorava nel dipartimento delle Antichità del Sorbona a Parigi. È stata nominata "Bottoni" in ricordo del loro primo incontro, in cui la ragazza indossava un vestito ricoperto di bottoni. Anche Henry Miller cadde sotto l'incantesimo di "Buttons", lodando la sua bellezza e la sua eterna giovinezza in lettere eccezionali inedite. I tre amici hanno trascorso memorabili serate parigine, di cui conserviamo preziose tracce di autografi su un menu del ristorante e attraverso i loro scambi epistolari. Raccomandata da Durrell, ha fatto molti viaggi anche in Inghilterra, dove ha ricevuto un'ampia corrispondenza dallo scrittore e opere d'arte originali firmate dal suo artista pseudonimo, Oscar Epfs.

Cartolina autografa inedita firmata Lawrence Durrell da Corfù alla sua giovane amante francese Janine Brun, battezzata "Buttons". 15 linee con pennarelli multicolori, firmati LD
La scheda porta una fotografia sul retro della sua amata isola di Corfù, che accueilla Durrell durante la sua gioventù 1935-1941, e ha ispirato il suo celebre romanzo Il libro nero (Il libro nero, 1938).

"Bottoni carini, con il tuo piccolo buco nel biglietto da visita arriveresti alla fine del mondo sono sicuro - vincerai il jackpot, donna intatta senza tacte
Molto amore
LD ".


La carta è stata inviata a un giovane amante dell'autore, che, a Sommières come a Parigi, ha animato i suoi giorni solitari alla fine degli anni sessanta e settanta. Janine Brun, soprannominata anche "Buttons" nelle lettere dello scrittore e nelle cartoline, è stata descritta dal biografo di Durrell Ian McNiven: " Aveva quasi trentadue anni, con la figura a seno piccolo di una ragazza, capelli scuri come Claude Kiefer era biondo, e non languido ma tremendamente energico "(" Aveva quasi trent'anni, ma sembrava molto più giovane, con una ragazza con un seno piccolo, scuro come Claude Kiefer [un altro i suoi amanti, moglie di un chirurgo svizzero] erano biondi, non così languidi quanto estremamente energici "( Lawrence Durrell: A Biography , p. 591).
Durrell affronta questa affascinante e faceta mappa da Corfù, che riscopre nell'estate del 1969 dopo molti anni di assenza. In compagnia di suo fratello e sua moglie che condividono lo stesso hotel, sta per girare l'adattamento cinematografico del libro di suo fratello, Il giardino degli dei, sul famoso soggiorno della famiglia Durrell a Corfù nel corso degli anni. 1930. Inizia e finisce la missiva con tratti divertenti : " Oh Buttons, sei divertente!" Ho la tua foto su una mensola accanto a un altro gentiluomo "Sono commosso per lui e per me stesso ". La giovane donna rivendica in effetti la sua indipendenza e la sua libertà, come Durrell osserva un po 'amaramente alcune righe ulteriormente: " Mi manchi un po' ma ora ho ricevuto la mia lezione - così sia ". Non essendo riuscito a renderla un compagno duraturo e amorevole, sarà soddisfatto dei piaceri carnali che condivide con lei nel calore del Sud o nelle stanze d'albergo di Parigi: " Bottoni carini, con il tuo piccolo buco nella mappa Sono sicuro che arriverai alla fine del mondo: vincerai il jackpot, donna intatta ".  


La loro relazione durò fino alla fine degli anni '70, con Jani / Buttons che apparivano occasionalmente nelle opere di Durrell (inclusa la poesia "Vaumort").   Collected Poems: 1931-1974) e nella famosa corrispondenza dello scrittore con Henry Miller: " quel piccolo demone Buttons [...] si presentò per un TRIN di Capodanno e rimase infine con me, nel mio eterno la piccola stanza 13 al Royal "(" Bottoni questo piccolo demone è arrivato a bere per il nuovo anno e alla fine ha passato la notte con me, nella mia eterna piccola stanza del Royal ", lettera di Durrell Miller, 6 gennaio 1979). Ha anche ricevuto lettere e cartoline piene di sollecitudine, allusioni intime e consigli di lettura di Durrell e del suo grande amico Henry Miller, oltre a opere d'arte originali dello stesso Lawrence Durrell.


350 €

Réf : 66717

ordinare

prenotare


Aiuto on-line