Librairie Le Feu Follet - Paris - +33 (0)1 56 08 08 85  - Contattateci - 31 Rue Henri Barbusse, 75005 Paris

Libri antichi - Bibliofilia - Opere d'arte


Vendita - Stima - Acquisto
Les Partenaires du feu follet Ilab : International League of Antiquarian Booksellers SLAM : Syndicat national de la Librairie Ancienne et Moderne






   Prima edizione
   Libro autografato
   Idée cadeaux
+ più criteri

Cerca tra 30474 libri rari :
prime edizioni, libri antichi dall'incunabolo al XVIII secolo, libri moderni

Ricerca avanzata
registrazione

Condizioni di vendita


Possibilite di Pagamento :

Pagamento sicuro (SSL)
Controlli
Virement bancaire
Mandato amministrativo
(FRANCIA)
(Musei e bibliotheche)


Tempi e spese di spedizione

Condizioni di vendita

Prima edizione

Joanne Vincentio PATUZZI & VINCENTIO De sede inferni in terris quaerenda

Joanne Vincentio PATUZZI & VINCENTIO

De sede inferni in terris quaerenda

ex typographia Remondiniana, Venetiis (Venise) 1763, in-4 (25,2x19cm), XXII. 1f. 232pp., relié.


Edizione originale. Velina a tempo pieno, con la parte posteriore liscia come il beige. Italiana vincolante. Nizza copia su 2 colonne. Giovanne Patuzzi Vincenzo (1700-1769) è stato uno scrittore italiano, questo strano libro è dedicato alla posizione geografica e descrizione fisica dell'Inferno. Dopo aver esaminato diverse ipotesi, in particolare quella del Swinden, l'autore dà la sua. I riferimenti a Galileo, Copernico sono molti, il libro sicuramente alla ricerca di un scientifico più credibile. La prima parte del volume è una confutazione della teoria che l'inferno si trova sul sole stesso. L'autore, che credeva la sua vera posizione era sotterraneo, si sviluppa tutto il lavoro di molti argomenti scientifici riguardanti l'astronomia, con il calcolo del numero dei dannati può essere contenuto in una sfera come il sole , vulcani, ecc. Perdita di Caillet e Dorbon. e il catalogo della BN, così come la maggior parte catalogies principali (British Library, cataloghi italiani?). Brunet assente senza citare questo libro nelle opere di Patuzzi.

VENDUTO

Réf : 08217

Registrare una notifica automatica


  Aiuto on-line