Librairie Le Feu Follet - Paris - +33 (0)1 56 08 08 85  - Contattateci - 31 Rue Henri Barbusse, 75005 Paris

Libri antichi - Bibliofilia - Opere d'arte


Vendita - Stima - Acquisto
Les Partenaires du feu follet Ilab : International League of Antiquarian Booksellers SLAM : Syndicat national de la Librairie Ancienne et Moderne






   Prima edizione
   Libro autografato
   Idée cadeaux
+ più criteri

Cerca tra 29586 libri rari :
prime edizioni, libri antichi dall'incunabolo al XVIII secolo, libri moderni

Ricerca avanzata
registrazione

Condizioni di vendita


Possibilite di Pagamento :

Pagamento sicuro (SSL)
Controlli
Virement bancaire
Mandato amministrativo
(FRANCIA)
(Musei e bibliotheche)


Tempi e spese di spedizione

Condizioni di vendita

Garcilaso de la VEGA Histoire des guerres civiles des espagnols dans les Indes, suivi de Suite des guerres civiles des espagnols dans le Peru

Garcilaso de la VEGA

Histoire des guerres civiles des espagnols dans les Indes, suivi de Suite des guerres civiles des espagnols dans le Peru

Chez Simeon Piget, à Paris 1658, in-4 (17x23,5cm), (30p.) 631pp. (15p.) (17p.) 555pp. (20p.), 2 tomes reliés en un volume.


Seconda edizione francese riunire questi due testi di Garcilaso de la Vega è apparso per la prima volta in spagnolo nel 1650. Titolo frontespizio che rappresenta il primo piano lo sbarco delle truppe spagnole negli Stati Uniti e la seconda la popolazione indigena assediata nel cuore di una città fuoco. Nella parte inferiore, uno striscione con la scritta "Quid non mortalia pectora COGIS auri sacra fames", tratto dal dell'Eneide di Virgilio e tradotto da Molière "O la fame maledetta per l'oro, da dove si fa la forza-Point per portare il cuore degli uomini ". Prenota decorata con striscioni e iniziali istoriate.
Bound in piena pergamena, dorso piatto decorato la testa di un titolo per la penna quasi cancellata. Un angolo ottuso, frontespizio sapientemente restaurata in imbottitura, pallido bagnare al margine inferiore sulle ultime notebook.
famiglia Bookplate Nordkirchen incollato sulla prima contreplat. Ex-dono sul frontespizio la sigla "EHL".
figlio illegittimo di un conquistador e una principessa inca, cresciuto in due culture differenti, Garcilaso de la Vega (1539-1616) offre una vista unica della civiltà Inca rifiuto di una visione eurocentrica. Se nel suo Commento reale, pubblicato per la prima volta in Francia nel 1633, de la Vega ha presentato la storia dei governanti Inca, egli propone qui una storia di conflitto con vivaci coloni spagnoli dopo il loro arrivo in Perù. E 'per lui a tradurre lo sconvolgimento causato da queste guerre, sia aborigeni e sia per gli spagnoli. Nel suo discorso al lettore, de la Vega spiega che i governanti Inca erano riusciti a fondare un impero costituito da "la Virtù Morales, la politica, e militare"; l'arrivo dei coloni e l'esecuzione di Atahualpa - dell'ultimo imperatore indipendenti - sconvolge l'ordine stabilito ed è visto come l'espressione di "Ambition" e "avidità" di questi "nuovi Hostes". De la Vega presenta questi eventi come un poema epico, cercando di mostrare al lettore "i vari effetti in questa storia, intrattenere nel paese delle meraviglie, e dove l'autore sta studiando per svolgere il loro ruolo in questa scena principale di quelli che erano i veri attori ". La continuità della sua prima grande opera sulla storia degli Incas, re del Perù, storia delle guerre civili di spagnolo in India offre al lettore un ampio panorama della storia peruviana nei pochi anni successivi alla conquista.
Bellissimo esemplare di grande importanza nella storiografia della conquista spagnola del Perù.

4 500 €

Réf : 57045

ordinare

prenotare


Aiuto on-line