Librairie Le Feu Follet - Paris - +33 (0)1 56 08 08 85  - Contattateci - 31 Rue Henri Barbusse, 75005 Paris

Libri antichi - Bibliofilia - Opere d'arte


Vendita - Stima - Acquisto
Les Partenaires du feu follet Ilab : International League of Antiquarian Booksellers SLAM : Syndicat national de la Librairie Ancienne et Moderne
Ricerca avanzata
registrazione

Condizioni di vendita


Possibilite di Pagamento :

Pagamento sicuro (SSL)
Controlli
Virement bancaire
Mandato amministrativo
(FRANCIA)
(Musei e bibliotheche)


Tempi e spese di spedizione

Condizioni di vendita

Prima edizione

Voyage dans la Basse et Haute Egypte : 1.Bloc de granit. 2. Rochers de granit. (Planche 67).

Dominique VIVANT DENON & DUPARC (sculpsit)

Voyage dans la Basse et Haute Egypte : 1.Bloc de granit. 2. Rochers de granit. (Planche 67).

Didot, Paris 1803, 40x54cm, une feuille.


Folio Stampa originale, tratto da Viaggio in Alto e Basso Egitto Vivant Denon.Planche composti da due punti di vista, come descritto dall'autore: blocco No.1 Granite essere intagliato; trasportati fuori della carriera fu abbandonato sulla strada che conduisoit di Philée a Siene; geroglifici che è coperto è accurato in incisione; Figure in proporzione possono servire come una scala per misurare il blocco; una massa tale trasportato via terra richiede macchinari molto potente: il piccolo monumento sulla destra è una tomba arabo, in quanto vi sono molti in questa zona di Siene a Philée; iscrizioni che sono sulle lapidi, che mi sembravano caratteri arabi, potrebbero dare il tempo molti di questi monumenti, e quindi diventare interessante storia giù secoli; Non ho mai avuto abbastanza tempo per copier.N ° 2 rocce di granito alta 150 piedi, che assomiglia i resti di palazzi costruiti da giganti, e in effetti sono le rovine di natura; Monumente ogni capezzolo è una iscrizione geroglifica inscriptifs personaggi, e le figure geroglifiche. Pianura sinistra è attraversata da una sorta di monumento chiamato Hhait al-Adjouz, il muro del vecchio; templi che noi percepiamo nel mezzo della stampa sono quelli dell'Isola di Philée; montagne lungo l'orizzonte sono quelli della catena arabica; l'albero nel mezzo della pianura è un albero che cresce thérébinte da uno spazio all'altro nel deserto, e la cui ramificazione leggera divide la luce del sole, e ruba la testa per un attimo il viaggiatore per il loro ardore struggente; che appare in questi avidi esseri climi reconnoissants un beneficio di Providence.Rousseurs marginali due piccoli strappi angolari, altrimenti buono conservation.Publié per la prima volta in due volumi, un atlante di incisioni, Didot, 1802 Il 'Viaggio al Basso e Alto Egitto ha dimostrato un tale successo che fu tradotto nel 1803 in inglese e tedesco, e pochi anni dopo in olandese e italiano, tra gli altri. Quasi tutte le schede sono progettate da Denon, che ha anche lui inciso alcuni, tra cui i ritratti degli abitanti di Egitto, che conserva ancora la freschezza di schizzi presi sul posto (il nostro 104-111 ). Due dozzine di scrittori hanno inoltre collaborato per creare incisioni che Baltard, Galeno, Reville e autres.Dominique Vivant Denon barone la dice Vivant Denon, nato a Givry 4 gennaio, 1747 e morì a Parigi il 27 aprile 1825 è uno scrittore, autore, diplomatico e amministratore francese. Su invito di Bonaparte, si unì alla spedizione in Egitto di trasporto dal 14 Maggio 1798 sulla fregata "La Juno". Protetto dalle truppe francesi, ha avuto l'opportunità di viaggiare per il paese in tutte le direzioni, al fine di raccogliere il materiale che è stato la base per il suo lavoro artistico e il più importante letterario. Sostiene in particolare Desaix Generale nell'Alto Egitto, che si riferisce a numerosi schizzi, lavaggio inchiostri e altri disegni a penna, matita nera, o gesso. Egli attinge costantemente, di solito sul ginocchio, in piedi oa cavallo, e talvolta anche sotto il fuoco nemico. Dopo un viaggio di 13 mesi durante i quali egli trae migliaia di disegni, Vivant Denon tornò in Francia con Bonaparte, e divenne il primo artista a pubblicare la storia della spedizione. Le 141 tavole che accompagnano il suo diario ripercorrono tutto il suo viaggio dalla costa della Corsica ai monumenti faraonici dell'Alto Egitto. Bonaparte poi nominato Direttore Generale del Museo Centrale della Repubblica, che divenne il Museo di Napoleone e il Royal Louvre e amministratore arti. Nel 1805, Vivant Denon progetto di rilancio della colonna Vendome, che era stata sospesa nel 1803, poi organizza spedizioni in tutta Europa per aumentare imperiali opere d'arte che sono saccheggiato per essere portato via al Louvre. Nel 1814, Luigi XVIII confermato come capo del Louvre, un'ala che porta ancora oggi il suo nome. E 'considerato un grande precursore della museologia, storia dell'arte e di egittologia.

180 €

Réf : 29704

ordinare

prenotare


  Aiuto on-line