Librairie Le Feu Follet - Paris - +33 (0)1 56 08 08 85  - Contattateci - 31 Rue Henri Barbusse, 75005 Paris

Libri antichi - Bibliofilia - Opere d'arte


Vendita - Stima - Acquisto
Les Partenaires du feu follet Ilab : International League of Antiquarian Booksellers SLAM : Syndicat national de la Librairie Ancienne et Moderne
Ricerca avanzata
registrazione

Condizioni di vendita


Possibilite di Pagamento :

Pagamento sicuro (SSL)
Controlli
Virement bancaire
Mandato amministrativo
(FRANCIA)
(Musei e bibliotheche)


Tempi e spese di spedizione

Condizioni di vendita

Prima edizione

Voyage dans la Basse et Haute Egypte : 1. Tombeaux dans les Carrieres de Silsilis. 2. 3. et 4. Figures sculptées dans les tombeaux. (Planche 76).

Dominique VIVANT DENON & REVILLE (sculpsit)

Voyage dans la Basse et Haute Egypte : 1. Tombeaux dans les Carrieres de Silsilis. 2. 3. et 4. Figures sculptées dans les tombeaux. (Planche 76).

Didot, Paris 1803, 40x54cm, une feuille.


Folio Stampa originale, tratto dal Viaggio in Alto e Basso Egitto Vivant Denon.Planche composto da quattro viste come descritto dall'autore: tombe No.1 in cave Silsilis: queste carriere, esteso nella maggior parte dei roccia arenaria, riva conservoient una sorta di facciata con porte che fungono da aperture per passare il materiale dall'interno di imbarcarsi sul Nilo; questo tipo di facciata era decorata con piccoli portici presi da terra e scolpite con cura, senza rocce altrimenti essere levigate in cui sono stati presi, come mostrato a destra della stampa; nel mezzo, dove i quattro personaggi con picche, è l'ingresso di una strada di queste carriere; a sinistra una scritta decorato con una copertura corona di emblemi sacri; e che ci sono strane in questo monumento è che le linee parallele tra di loro non sono perpendicolari; la specie di fungo che viene lasciato senza dubbio servito come controllo per assistere nel calcolo di funzionamento della cava, come continuiamo oggi per tirare terra o livellamento del suolo; errore che l'immaginazione partorisce, e l'amore del meraviglioso diffusione, sarebbe in gran parte distrutta, se volessimo osservare buona fede e realizzare le cose fisiche, e non pagare loro un modo di essere non hanno. I viaggiatori hanno sempre visto questo come un pezzo di colonne di roccia che serviva per collegare una catena, si ritiene che il Nilo è stato quello di chiudere a questo punto, dove il fiume è ristretto dalle montagne; Tuttavia, egli avrebbe dovuto essere stata la catena o corda o di ferro se stesse peso di ferro aveva portato a dodici volte più grande di questa colonna; se fosse stata la canapa segna ancora il luogo dove sarebbe stato allegato si potrebbe vedere; sarebbe anche rapidamente degradato sfregando una pietra morbida; e poi, che cosa sarebbe stata la macchina che potrebbe avere una corda molle che avrebbe attraversato il grande fiume? La migliore prova che questo era il punto in cui la colonna della catena, una catena potrebbe non essere attaccato a questa colonna, e se la catena è esistita sia con altri mezzi che fu legato e tendue.N 2, 3, e 4 figure nelle tombe, sul fronte delle cave Silsilis. Queste figure, a grandezza naturale, scavate nella massa rocciosa, sono stati più spesso appena abbozzati: ogni stanza di queste tombe, 7 su 10 e 8 da 11 metri, è costantemente ricoperto di dipinti in stucco e contiene uno, due, tre, o quattro figures.Rousseurs, altrimenti buona conservation.Publié per la prima volta in due volumi, un atlante di incisioni, Didot, nel 1802, il 'Viaggio al basso e Egitto ebbe un tale successo che è stato tradotto nel 1803 in inglese e tedesco, e pochi anni dopo in olandese e italiano, tra gli altri. Quasi tutte le schede sono progettate da Denon, che ha anche lui inciso alcuni, tra cui i ritratti degli abitanti di Egitto, che conserva ancora la freschezza di schizzi presi sul posto (il nostro 104-111 ). Due dozzine di scrittori hanno inoltre collaborato per creare incisioni che Baltard, Galeno, Reville e autres.Dominique Vivant Denon barone la dice Vivant Denon, nato a Givry 4 gennaio, 1747 e morì a Parigi il 27 aprile 1825 è uno scrittore, autore, diplomatico e amministratore francese. Su invito di Bonaparte, si unì alla spedizione in Egitto di trasporto dal 14 Maggio 1798 sulla fregata "La Juno". Protetto dalle truppe francesi, ha avuto l'opportunità di viaggiare per il paese in tutte le direzioni, al fine di raccogliere il materiale che è stato la base per il suo lavoro artistico e il più importante letterario. Sostiene in particolare Desaix Generale nell'Alto Egitto, che si riferisce a numerosi schizzi, lavaggio inchiostri e altri disegni a penna, matita nera, o gesso. Egli attinge costantemente, di solito sul ginocchio, in piedi oa cavallo, e talvolta anche sotto il fuoco nemico. Dopo un viaggio di 13 mesi durante i quali egli trae migliaia di disegni, Vivant Denon tornò in Francia con Bonaparte, e divenne il primo artista a pubblicare la storia della spedizione. Le 141 tavole che accompagnano il suo diario ripercorrono tutto il suo viaggio dalla costa della Corsica ai monumenti faraonici dell'Alto Egitto. Bonaparte poi nominato Direttore Generale del Museo Centrale della Repubblica, che divenne il Museo di Napoleone e il Royal Louvre e amministratore arti. Nel 1805, Vivant Denon progetto di rilancio della colonna Vendome, che era stata sospesa nel 1803, poi organizza spedizioni in tutta Europa per aumentare imperiali opere d'arte che sono saccheggiato per essere portato via al Louvre. Nel 1814, Luigi XVIII confermato come capo del Louvre, un'ala che porta ancora oggi il suo nome. E 'considerato un grande precursore della museologia, storia dell'arte e di egittologia.

100 €

Réf : 29714

ordinare

prenotare


Aiuto on-line